Bambini & Ragazzi

Il mistero delle meraviglie scomparse

17 Maggio 2021

Dopo aver letto “Il mistero delle meraviglie scomparse. Storia di un fiume in vena di scherzi, di due bambini coraggiosi e di una guerra che non scoppiò” di Carlo Cuppini, Marcos y Marcos, di sicuro i vostri figli non avranno più dubbi sul nome del fiume che attraversa Firenze e nemmeno sul nome dei monumenti che rendono unici i suoi vicoli e le sue piazze: il Museo degli Uffizi, il Ponte Vecchio, la basilica di Santa Maria Novella, il Palazzo Pitti, il Duomo o il Giardino di Boboli. Meraviglie che tutto il mondo invidia e che un bel giorno l’Arno, un po’ birichino, decide di far scomparire e spostare un po’ ovunque nel mondo, causando un giro di meraviglie senza pari… oltre, ovviamente, a una serie di problemi e malcontenti che spetterà al piccolo Filippo e a sua sorella Francesca sistemare, cercando di convincere il fiume Arno a rimettere le cose a posto.
La Tour Eiffel, il Colosseo, il Ponte di Brooklyn, la grande Muraglia Cinese, la Moschea Blu…
Una lettura divertente, piacevole, piena di suspence che riuscirà ad appassionare senza sforzo alcuno, i lettori più pigri.

Qualche curiosità sull’AUTORE e l’EDITORE.

Carlo Cuppini è nato a Urbino nel 1980 e da quindici anni vive a Firenze, dove lavora come libraio, redattore editoriale e organizzatore culturale. Ha collaborato come poeta e drammaturgo con gruppi di ricerca teatrale, coreografica e musicale. Conduce attività creative con i bambini. “Il mistero delle meraviglie scomparse” è il suo primo libro per bambini.

Marcos Y Marcos in principio era una mansarda, a Milano, a un passo da Porta Venezia, dove Marco Franza e Marco Zapparoli, poco più che ventenni, inventavano, assemblavano e spedivano nel mondo edizioni numerate che parevano uscite dal ciclostile di un gruppo scout. Ma i caratteri erano splendidi, la carta fabbricata a mano, e spesso quei fascicoli esili erano accompagnati da stampe d’artista o riproduzioni di manoscritti originali.
Gli autori? Da Mario Luzi a Novalis, da Leonardo da Vinci a Heinrich von Kleist. Il mestiere si imparava strada facendo: fare di conto, misurarsi con i problemi distributivi, preparare contratti con i colleghi stranieri. Ai tempi, si vendevano meno libri di oggi, ma la concorrenza era esigua.
C’era più tempo per sperimentare, e anche per sbagliare. E i librini di trenta pagine in un decennio si sono trasformati in una collana, come si dice oggi, “di culto”. Dopo un lungo periodo di gestione mono-marcos (Franza aveva gettato la spugna dopo un paio d’anni), Claudia Tarolo ha deciso di mollare di punto in bianco il prestigio e i denari di una solida dirigenza in una multinazionale, per condurre con Marco una delle poche case indipendenti che Milano possa ancora vantare.

Oggi Marcos Y Marcos compie 40 anni. Quarant’anni di storie di tutti i colori. Un entusiasmo alimentato da una passione inguaribile per le storie, per la narrazione, per una lettura non banale della realtà.
Libri, autori da tutto il mondo, iniziative creative. Per festeggiarli insieme, si veste di bianco. Un ritorno alle origini per la nuova grafica interpretata da Mario Piazza. Proprio come i primi Marcos anni ’80 e una chicca in quarta di copertina: il marchio si fa francobollo colorato come il dorso. Nella nuova veste troverete i prossimi libri e i classici che hanno fatto la storia della casa editrice.

Autore: Carlo Cuppini / Editore: Marcos Y Marcos / Collana: Gli Scarabocchi / Età di lettura: 8 anni / Copertina: Laura Fanelli / 144 pagine / ISBN: 9788892940215 / €12.00

Have a look at this too!