Architecture & DesignPhotographyTravel

USA 1972

12 luglio 2015

Nel guardare le immagini raccolte nel libro Usa 1972, reportage fotografico realizzato da Mario Bellini in America nel giugno del 1972 e appena pubblicato dalla Humboldt Books, si ha la sensazione di essere di fronte ad un mondo che non c’è più. Siamo negli Stati Uniti negli anni settanta: nello studio di Andy Warhol a New York, nel Midwest con le sue tipiche e conosciutissime mobile homes, attori non protagonisti di qualsiasi film o telefilm americano, siamo seduti sul divano di casa di qualche comunità hippy in una villa di Beverly Hills o tra i mormoni di Salt Lake City; siamo in Arizona con Paolo Soleri e il suo prototipo di città Arcosanti, siamo a Chicago di fronte alla Mansion, la famosa residenza di Hugh Hefner, creatore dell’impero di Playboy. Un viaggio-inchiesta dall’Atlantico al Pacifico per vedere, fotografare, riflettere sul modo di abitare e vivere degli americani.
Fotografie bellissime e nostalgiche, scattate ancora con una macchina fotografica analogica, che ricordano le vecchie foto di famiglia, dai colori un po’ sbiaditi o dai contorni a volte sfuocati ma proprio per queste imprecisioni, profondamente intime e uniche.

Looking at the photos by Mario Bellini collected in the book USA 1972 just published by Humboldt Books, is just like looking at a lost world. We are in the Andy Warhol’s studio in NY, in the Midwest with its typical mobile homes, in a Beverly Hills villa occupie by hippies or among the Mormons in Salt Lake City; we are in Arizona with Paolo Solieri and its experimental town Arcosanti, or at the Playboy Mansion in Chicago: a travel from the Atlantic to the Pacific ocean to reflect on the American way of living. 
The photos were taken with an analogic camera and they look like old family photos, somehow faded and blurred, deeply intimate and unique.

Author: Mario Bellini / Publisher: Humboldt Books / Italian-English edition / ISBN: 9788899385002 / 168 pages / €24.00

Have a look at this too!