Architecture & DesignPhotography

Things come apart

25 giugno 2015

Tra le cose belle di girare per le librerie in altri paesi c’è anche quella di scoprire libri che magari ti sei persa per strada in Italia. E’ il caso del libro fotografico di Todd McLellan Things Come Apart edito da Thames & Hudson nel 2013 ma che ho riscoperto in un’edizione giapponese fresca fresca di stampa di Pie Books. Un progetto fotografico che appassionerà i nerd, ma non solo. Todd McLellan ha fotografato 50 oggetti comuni e noti del nostro secolo di diversa scala: dal tratto-pen all’aeroplano, passando per il walkman, l’Ipad, il trapano, la macchina fotografica, il forno a microonde, la bicicletta, la motosega, il pianoforte… disassemblandoli nelle singole parti minime che compongono ciascun oggetto, per un totale di 21.959 elementi. Ogni oggetto è prima fotografato nell’atto di esplodere e scomporsi e poi in tavole dove le singole parti sono ordinatamente disposte su un piano. Chi almeno una volta da bambino non si è fermato a guardare un oggetto e a chiedersi da quanti pezzettini è fatto? Io spessissimo e da quanto ho scoperto Things Come Apart non riesco a smettere di perdermi nelle fotografie e tra le mille componenti.

I like to visit bookshops when I’m in a foreign country because sometimes you discover books that you have missed in Italy. That’s the case of Things Come Apart, a photographic book by Todd McLellan published for the first time by Thames & Hudson in 2013 and recently published in Japan by Pie Books. He took photos of 50 common objects (an airplane, a walkman, a microwave oven, a bicycle, and much more) and of their single components, for a total amount of 21.959 elements. Have you ever wondered as a child how many parts an object contains? I often did, that’s why I can’t stop looking at these photos.

Author: Todd McLellan / Publisher: Pie Books / Japanese edition / ISBN: 9784756246707 

Have a look at this too!