Architecture & DesignPhotographyTravel

HUNGARIAN CUBES. Subversive Ornaments in Socialism

1 aprile 2015

La Magyar Kocka, letteralmente cubo ungherese, è un modello di casa unifamiliare e standardizzata sorta nella periferia di Budapest nei primi anni del novecento e diventata uno dei simboli dell’Ungheria comunista del dopoguerra. Definita successivamente Kádár-Kocka, dal nome del leader János Kádár, al potere tra il 1956 e il 1988, questo particolare tipo di casa è anche il tema centrale del progetto fotografico dell’artista tedesco-ungherese Katharina Roters. Un lavoro di ricerca che ha portato la Roters a girare per l’Ungheria al fine di fotografare l’unico aspetto che permette di differenziare una casa dall’altra, ovvero la loro facciata esterna, decorata dai proprietari secondo il proprio gusto personale. Il risultato è un libro, Hungarian Cubes, edito dalla casa editrice Park Books: una panoramica di bellissime fotografie di muri dipinti con pattern colorati o forme geometriche, come se fossero quadri astratti, fatti e pensati per rinnegare l’omologazione abitativa, per protestare, in modo pacifico, contro la conformità e la massificazione imposta dal sistema comunista dell’epoca. Le foto sono state volontariamente ripulite, in post produzione, di tutti quei dettagli come le recinzioni, le antenne, le ringhiere, le linee elettriche,la segnaletica stradale, che in parte nascondono la bellezza e l’unicità di queste decorazioni. Oltre alle molteplici fotografie il libro riporta anche dei brevi scritti che ci aiutano a capire meglio questo fenomeno architettonico unico nel suo genere.

Magyar Kocka (Hungarian cube) is a typical single family detached house that was built in the Budapest outskirts at the beginning of 20th century and soon became a symbol of communist post-war Hungary. This kind of house (also known as Kádár Kocka, after Janos Kádár, president from 1956 to 1988) is the theme of the photographic work by German-Hungarian artist Katharina Roters. Her photos taken throughout Hungary show us what makes these kind of houses different from one another: the external façades, each one decorated by the owners according to their personal taste. The project resulted into the book Hungarian Cubes published by Park Books: an overview of wonderful and colourful walls, that look like abstract paintings, a peaceful protest against the standardization imposed by the government at that time.

Author: Katharina Roters / Publisher: Park Books / English and German edition / ISBN:9783906027432 / 176 pages / €42.00

Have a look at this too!