ArtPhotography

DOUGH PORTRAITS

23 novembre 2015

Chi è del settore molto probabilmente potrebbe trovare nel progetto del danese Søren Dahlgaard significati ben precisi, la volontà dell’artista di trasmettere una particolare quanto personale visione del concetto di arte, avanzare apprezzamenti o critiche di ogni tipo. Io quello che vedo sfogliando Dough Portraits è divertimento e spensieratezza. Sono tante persone di età e nazionalità diverse che dal 2008, dalla prima partecipazione alla National Gallery of Denmark, al 2014, al TarraWarra Biennal in Australia, hanno deciso di farsi appoggiare una massa di pasta di pane in testa, lievitata, informe e fluida, di 10kg circa di peso, e come se niente fosse, mettersi comodamente in posa per farsi fotografare. Le Maldive o il Daein Market di Gwangju in Corea del Sud, le strade di Londra o la Biennale di Venezia, Vancouver, Brasilia o le vie di Lianzhou in Cina sono alcuni dei posti dove Dahlgaard è andato per proporre alla gente del posto la sua bizzarra richiesta. Più di 1500 ritratti di pasta che, almeno per questa volta, non verranno cestinati con la scusa del non essere fotogenici.

If you are an art critic you will recognize specific meanings and intentions in this project by Danish artist Søren Dahlgaard; I just see a lot of fun and cheerfulness. From 2008 to 2014 a lot of people accepted to put a heavy, shapeless and fluid mass of dough on their head and then pose for a picture.  Photos were taken in many different places: Maldives beaches, Korean markets, London streets, the Venice art biennial, and many more. The book collects more than 1500 dough portraits that no one can dismiss for not being photogenic. 

Author: Søren Dahlgaard / Publisher: Art Books / English edition / ISBN: 9781908970220 / 256 pages / £24.99

Have a look at this too!